1969 Dodge Charger – inner door panel

Trim C6T, color tan. Si noti sul basso della portiera il metallo color T3 come da build sheet, in tono con il color T5 della scocca. Da notare anche il “left mirror remote control” – option G33 – che permette la regolazione dello specchietto retrovisore lato guida, e il vetro visibilmente “azzurrato” – option G11 tinted glass all windows.

1969 Charger door panel
1969 Charger door panel

1969 Dodge Charger – lavoro di carrozzeria

1969 Dodge Charger – first start

1969 Charger prima del restauro

1969 Charger prima del restauro sul ponte per una prima ispezioneLa macchina era “unmolested” completamente conservata e mai riverniciata. Presentava ancora la sua vernice originale color T5 Copper applicata da mamma Chrysler nello stabilimento produttivo di Hamtramck, nel Michigan. Da una prima ispezione abbiamo verificato che la macchina è matching numbers! Le condizioni generali erano decisamente buone, a parte un pò di ruggine sul basso della scocca e attorno al lunotto posteriore, nelle tipiche posizioni “critiche”. In definitiva il restauro ha necessitato più che altro di un lavoro di lattoneria e di carrozzeria.

1969 Dodge Charger engine bay
1969 Dodge Charger engine bay

Il vano motore era in ottime condizioni, completamente conservato. In effetti, il motore non è nemmeno stato tolto dal vano, ma semplicemente revisionato e pulito. Si noti, nella foto sopra, in basso a sinistra, l’alternatore GM, funzionante ma immediatamente sostituito con l’alternatore corretto Mopar.

1969 Charger cluster
1969 Charger cluster con contagiri (N85)

1969 Dodge Charger – cluster

Giretto tranquillo del sabato mattina con la Charger, uno sguardo agli strumenti rivela che tutti i parametri sono perfettamente sotto controllo.

Si noti, sulla sinistra, il contagiri opzionale (N85) dietro all’orologio. Sulla destra, nell’inquadratura manca l’ultimo strumento che indica il funzionamento dell’alternatore. L’interruttore a destra in basso è per il tergi cristallo a 3 velocità (opzione J25 “3-speed variable wipers”).

1969 Dodge Charger cluster
1969 Dodge Charger cluster

Guarda il video…

1969 Dodge Charger – headlights

1969 Dodge Charger headlights
1969 Dodge Charger headlights

I fanali di una Charger in una buia notte di nebbia sono una rara cosa da vedere, ma soprattutto sono qualcosa di suggestivo. I fanali, da spenti, sono chiusi da due sportelli (headlights doors) che si aprono solo quando si accendono i fari dall’apposito interruttore sul cruscotto. Questo, per dare al frontale della macchina un’estetica più accattivante che prevedesse una griglia senza soluzioni di continuità, a parte l’elemento divisorio verticale appositamente inserito dagli stilisti di casa Dodge per il model year 1969.

1969 Dodge
1969 Dodge

L’apertura/chiusura degli sportelli copri-fari è azionata da un complesso meccanismo che funziona con la depressione del carburatore. Questo, per i modelli del ’68 e ’69 della seconda serie, mentre nel ’70 si torna ad un dispositivo elettrico per il movimento degli sportelli, come era nella prima serie della Charger, prodotta dal ’66 al ’67.